"I prodotti di stagione subiscono meno trattamenti e non provengono da lontano, oltre ad avere migliori qualità organolettiche, costano meno!"

Seguire la stagionalità promuove la salute attraverso i seguenti aspetti:

  • Massima concentrazione delle sostanze protettive contenute dei vegetali (in particolare sostanze antiossidanti e microelementi protettivi);
  • Riduzione del carico di fitofarmaci e fertilizzanti utilizzati nel processo di maturazione;
  • Riduzione del carico inquinante legato al trasporto di grandi quantità di cibo in senso “antistagionale”, cioè percorrendo inevitabilmente lunghe distanze, effettuando la raccolta in tempi molto precedenti la maturazione (per compensare le tempistiche di trasporto) e richiedendo trattamenti fisici e/o chimici ritardanti.

"Filiera corta è un termine usato per indicare quell’insieme di attività che prevedono un rapporto diverso tra produttori e consumatori, che "accorcia" il numero degli intermediari e fornisce prodotti di buona qualità al giusto prezzo.

Il progetto di filiera corta mira a favorire la valorizzazione della produzione biologica, tipica, locale e stagionale, e a promuovere anche il contesto ambientale".

La Regione Piemonte promuove la politica della filiera corta attraverso vconvegni e momenti informativi e attraverso un bando di finanziamento per l’apertura di farmers’ markets (i mercati dei contadini) nei comuni. Il riavvicinamento di produttore e consumatore permette di ridurre i pressi, recuperare sicurezza e conoscenze riguardo al cibo, assicurare alimenti freschi e ricchi di principi nutritivi.

Non solo, vi è un vantaggio ambientale, economico e sociale che realizza un importante risparmio energetico dando un contributo alla riduzione dei gas serra, una rivalorizzazione e ripopolazione delle aree agricole rurali.

"E’ importante far ruotare il maggior numero di diversi cibi sulla nostra tavola per assicurarsi un sufficiente apporto di tutte le preziose sostanza contenute in essi. Ogni frutto, ogni ortaggio, ogni cereale o legume contiene infatti qualcosa di un po’ diverso rispetto agli altri alimenti dello stesso gruppo. Avere un ‘alimentazione varia è anche stimolante perché spinge ad essere meno abitudinari e a cercare nuovi prodotti e nuovi sapori!"