"Consuma quotidianamente i cereali e i prodotti che derivano dalla loro lavorazione, privilegiando quelli integrali e biologici. Puoi scegliere tra pasta, riso e altri cereali in chicco, pane, fette biscottate, gallette, biscotti, cracker...cercando di variare la qualità e sperimentando prodotti alternativi".

Il termine cereali definisce le piante appartenenti alla famiglia delle graminacee, coltivate per i loro frutti definiti “cariossidi”.

I principali cereali sono: frumento, mais, orzo, avena, segale, ma ve ne sono anche altri meno considerati: miglio, farro, grano saraceno, sorgo, kamut, spelta.

I cereali sono alla base della nostra alimentazione poiché costituiscono la fonte primaria di carboidrati nell’alimentazione, contengono proteine e Sali minerali e sono importanti per l’apporto di vitamine del gruppo B e di fibre.

Le fibre insolubili presenti soprattutto nei cereali integrali hanno come effetto preventivo nei riguardi di stipsi, colon irritabile, diverticolosi e tumori del colon., perché aumentano la massa fecale accelerano il transito intestinale e riducono il tempo di contatto di potenziali agenti cancerogeni con le cellule intestinali.

I cereali integrali contengono anche fitoestrogeni o estrogeni vegetali, sostanze naturali che la ricerca suggerisce avere effetto antiproliferativo sui tumori ormonosensibili (mammella, endometrio, prostata).