Il Direttore del Dipartimento interaziendale interregionale Rete Oncologica Piemonte Valle d'Aosta dopo

  • un'attenta analisi delle delibere delle Regioni Piemonte e Valle d'Aosta che fissano i criteri per l'identificazione dei centri di riferimento per le diverse patologie neoplastiche,
  • la lettura dei documenti elaborati dai gruppi di studio regionali per i diversi tumori,
  • gli incontri effettuati con i referenti aziendali per gli indicatori e per le criticità,
  • i colloqui avuti con alcuni responsabili dei gruppi interdisciplinari di cura e alcuni rappresentanti di pazienti

ha individuato per le specifiche patologie gli allegati indicatori.

Si ricorda che la DGR n 51-2485 del 23.11.2015 dispone “di stabilire che le Direzioni Sanitarie aziendali e i Responsabili GIC e CAS sono tenuti a fornire al settore assistenza specialistica e ospedaliera della Direzione Sanità e alla Direzione del Dipartimento, tutti gli indicatori previsti dalle deliberazioni e i dati concordati in occasione delle verifiche locali che saranno effettuate con la metodologia dell'audit clinico con il confronto fra pari. Qualora tali indicatori non rispondano ai criteri di qualità previsti dal Dipartimento saranno segnalati gli standard che devono essere assicurati e i tempi con cui dovranno essere garantiti.
In caso di inadempimento verrà proposta dal Direttore del Dipartimento alla Direzione Sanità la revoca del riconoscimento quale Centro Hub da formalizzarsi con deliberazione di Giunta entro 90 gg dal ricevimento formale della proposta".

La verifica del possesso degli indicatori di struttura sarà effettuata dal 01/09/2017 al 30/11/2017; gli indicatori di processo ed esito saranno monitorati a partire dal 01/09/2017. Entro tale data si è disponibili, qualora vi fossero dubbi interpretativi, a discutere le precise modalità con cui raccogliere i dati relativi ai valori di numeratore e denominatore di riferimento per la misurazione degli indicatori. Concorrerà alla raccolta e alla valutazione di alcuni di essi il servizio di epidemiologia (es: mortalità a 30 e 90 gg dopo l'intervento chirurgico).

Si precisa che questa valutazione, eseguita per la prima volta con tale modalità a livello di una rete oncologica, è da intendersi come una sperimentazione collettiva, a cui tutti sono chiamati a dare il proprio contributo, con la consapevolezza che nel corso della stessa, in base all'esperienza acquisita e ad eventuale difficoltà incontrate, si apporteranno le correzioni e modifiche necessarie.

Si ricorda peraltro che gli indicatori sono strumenti per migliorare la qualità delle nostre prestazioni e non burocratiche registrazioni di dati nè tanto meno superficiali giudizi di merito.
A questo proposito nel corso della riunione del Dipartimento con i professionisti nominati dalle Direzioni Aziendali con cui concordare gli indicatori è stata istituita una commissione costituita da Arianna Vitale - A.O. Mauriziano, Porrovecchio Rosario - ASL TO 5, Marchisio Sara - ASL VC, Dutto Antonella - A.O. S. Croce e Carle di Cuneo, Giachino Amistà M.Teresa - ASL CN 1, Ciccone Giovannino - CPO Piemonte, Pagano Eva - CPO Piemonte che sta esaminando la metodologia e le schede per la raccolta degli stessi.

Elenco indicatori per patologia: