E' stato attivato un nuovo protocollo per il carcinoma dell'ovaio. Riportiamo di seguito la comunicazione del Prof. Zola:

"Con la presente vorrei informarVi relativamente all’attivazione del protocollo sperimentale YO39523 IMagyn050 presso l’A.O.U. Citta della Salute e della Scienza di Torino-Ospedale Sant'Anna e presso l'Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano, unici centri all’interno di Rete oncologica Piemonte e Valle d’Aosta.
Lo studio è organizzato a livello internazionale da F. Hoffmann-La Roche Ltd in diversi centri in tutto il mondo, che contribuiranno a reclutare complessivamente 1300 pazienti.
L’obiettivo primario dello studio è valutare l’efficacia di Atezolizumab rispetto a placebo in associazione con Carboplatino, Paclitaxel e Bevacizumab.
Atezolizumab è un anticorpo monoclonale che agisce sul sistema immunitario bloccando la via di segnale del programmed cell death-1 ligand, PDL-1, implicata nella regolazione della risposta immunitaria. Attraverso il blocco di questa via Atezolizumab può aiutare il sistema immunitario a arrestare o contrastare la proliferazione tumorale.

Si tratta di uno studio di Fase III, multicentrico e randomizzato su Atezolizumab rispetto a placebo, in doppio cieco, somministrati in associazione a Paclitaxel, Carboplatino e Bevacizumab in pazienti affette da carcinoma ovarico, delle tube o peritoneale primitivo di nuova diagnosi in Stadio III e IV, con chirurgia sub-ottimale o sottoposte a terapia neo-adiuvante.
Oltre al vantaggio relativo all’accesso delle pazienti ad un trial innovativo, all’interno di questo protocollo, Bevacizumab e Atezolizumab saranno forniti dallo Sponsor, senza gravare sul Sistema Sanitario Nazionale.

Per ulteriori e più dettagliate informazioni, Vi invitiamo a visitare il sito https://clinicaltrials.gov/

Poiché, come precedentemente indicato, all’interno di Rete oncologica Piemonte e Valle d’Aosta, i centri attivi sono l’A.O.U. Citta della Salute e della Scienza di Torino-Ospedale Sant'Anna e l'Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano, in caso di pazienti elegibili, si prega di contattare:

Professor Paolo Zola, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 011-3131523

Dottoressa Annamaria Ferrero, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 011-5082764

Cordiali Saluti"