Notizie

Il Cantone di Zeniça Doboj, in Bosnia-Herzegovina, e la Regione Piemonte hanno sviluppato, a partire fin dal 1995, uno stretto rapporto di collaborazione e partenariato nell'ambito del quale si è giunti alla stipula, nel 1997, di un protocollo di cooperazione rivolto al sostegno di iniziative di riabilitazione del sistema socioeconomico del cantone, atto conseguente alle iniziative umanitarie e di assistenza post bellica, già avviate dalla Regione Piemonte a partire dal 1995.

Per sviluppare un’azione di cooperazione e collaborazione che consentisse l’esecuzione delle attività inerenti ai vari progetti di sviluppo socioeconomico e sanitario, il 12 dicembre 2004 e il 26 febbraio 2007, sono stati siglati, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria (AOU) San Giovanni Battista di Torino e l’Università degli Studi di Torino, specifici protocolli di intesa tra la Regione Piemonte e il Cantone di Zeniça-Doboj.

È nell’ambito di tali protocolli che nasce il Polo Oncologico di Zeniça, ubicato presso l’Ospedale Cantonale della Città di Zeniça www.kbze.ba e funzionalmente collegato alla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle D’Aosta.

Nel quadro della collaborazione delineata dai suddetti protocolli, tesi a promuovere azioni di scambio inerenti all’attività sanitaria, il 15 maggio 2008 viene stipulato l’Accordo di Gemellaggio tra l’AOU San Giovanni Battista di Torino e l’Ospedale Cantonale di Zeniça, consentendo in tal modo di consolidare ulteriormente i rapporti di collaborazione tecnico-scientifica che hanno portato all’attivazione del Polo Oncologico presso l’ospedale cantonale.

La collaborazione tecnica e scientifica si concretizza attraverso:

  • scambi di competenze mediche tra gli operatori sanitari;
  • trasferimento di modelli organizzativi nel campo della clinica e della chirurgia;
  • processi di riqualificazione delle strutture;
  • investimento costante nella formazione del personale medico-infermieristico.

Le attività espletate, in tema di cura dei tumori, hanno portato alla realizzazione di un sistema locale di screening per il carcinoma della cervice uterina e di un nuovo reparto di Oncologia. Il successo di quest’ultimo, ormai in funzione a pieno ritmo, ha dimostrato l’estrema utilità dell’intervento, ma ha anche evidenziato una serie di carenze mediche, infrastrutturali e organizzative in altre specialità strettamente necessarie e tra loro correlate nella cura delle patologie tumorali.

Al fine di promuovere un adeguamento degli standard di cura locali, la Regione Piemonte, l’AOU San Giovanni Battista di Torino, la Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta e il Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte, in collaborazione con RE.TE. ONG www.reteong.org si sono impegnati in diversi progetti inerenti a discipline sanitarie (ad es. Radioterapia, Anatomia patologica, Oncologia).

Per questi piani di lavoro sono stati ottenuti diversi finanziamenti:

  • dalla Compagnia di San Paolo, per la fornitura delle attrezzature (acceleratore lineare) e la costruzione del nuovo reparto di Radioterapia;
  • dalla Fondazione CRT, per parte della formazione in discipline sanitarie (Radioterapia, Anatomia patologica, ecc.), con borse di studio per piani di formazione e di aggiornamento;
  • dalla Regione Piemonte / Ministero Affari Esteri, per i lavori (ai sensi della legge 84/01) relativi alle attività di screening mammografico, nonché per la parte della formazione del personale medico-infermieristico in campo onco-ematologico;
  • dalla Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, per la parte di spese di gestione e per una parte della didattica.

Parallelamente, grazie al lavoro di programmazione e di attuazione svolto dal personale sanitario locale, della Rete Oncologica, dell’AOU e dell’Università degli Studi di Torino, sono stati attivati percorsi di formazione su diverse e fondamentali specialità come l’Oncologia, l’Urologia, l’Ematologia, la Chirurgia e la Radioterapia, mantenendo il costante obiettivo di ampliare lo spettro di patologie tumorali curabili all’interno dell’Ospedale di Zeniça.

SLIDES: CLINICAL ACTIVITIES October 2012 – February 2013 (pdf - 329 KB)

L'evento residenziale organizzato dall'ASL CN 2 ha come finalità quella di fornire nuove conoscenze per migliorare il trattamento riabilitativo del linfedema attraverso la condivisione di percorsi clinico-assistenziali e profili di cura.

Per maggiori informazioni si prega di visionare il programma.

Programma (pdf - 114 KB)

Lecture del Prof. Ramon Rami-Porta

Sono disponibili le diapositive della conferenza tenuta all'A.O.U. S. Luigi Gonzaga di Orbassano dal prof. Ramon Rami-Porta sulla nuova classificazione TNM dei tumori polmonari.