Il Centro di Riferimento è individuato nella struttura complessa di Oncoematologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera OIRM-Sant’Anna, cui viene riconosciuto il ruolo di riferimento regionale per le patologie oncologiche e oncoematologiche in età pediatrica (0-18 anni). Tale Centro si caratterizza per il know how ad alta qualificazione e la dotazione tecnologica avanzata e completa.

Il Centro di Riferimento regionale è composto da:

  • Oncoematologia pediatrica - degenza (16 camere singole);
  • Unità trapianto di cellule staminali ematopoietiche (6 camere sterili);
  • Oncoematologia pediatrica - day hospital (22 posti letto);
  • ambulatori dedicati ai pazienti in terapia e off-therapy.

All’attività del Centro partecipano inoltre:

  • chirurgie pediatriche
  • diagnostica strumentale
  • laboratorio analisi
  • anestesia e rianimazione
  • immunoematologia e trasfusionale
  • immuno-infettivologia
  • anatomia patologica
  • medicina nucleare
  • radioterapia
  • neuropsichiatria e psico-oncologia
  • assistenza sanitaria e sociale
  • unità operative con specialisti d'organo: urologia, cardiologia, gastroenterologia, endocrinologia, nefrologia, fisioterapia, ortopedia, pneumologia.

Nel Centro di Riferimento sono effettuate la diagnosi, la stadiazione e viene impostata la terapia, compresa quella di supporto e palliativa, secondo i protocolli di diagnosi e cura, nazionali e internazionali. Sono effettuati i cicli chemioterapici complessi, la radioterapia e i trapianti di cellule staminali emopoietiche; viene organizzato il follow up dei pazienti in terapia e off-therapy.

Secondo quanto previsto dalla Rete Oncologica, presso il Centro di Riferimento ha sede il Centro Accoglienza e Servizi (CAS) che rappresenta il punto di riferimento per il paziente alla diagnosi, durante l’iter terapeutico e il successivo follow-up.

Sono inoltre attivi quattro Gruppi Interdisciplinari Cure (GIC):

  • GIC Leucemie e Linfomi,
  • GIC Tumori Solidi,
  • GIC Neuro-oncologia,
  • GIC Tumori Secondari e Tossicità Tardiva.

Il GIC stabilisce collegialmente con approccio multidisciplinare l’iter diagnostico-terapeutico dei pazienti; alle riunioni del GIC partecipano i medici delle differenti specializzazioni (oncologi, radioterapisti, chirurghi, endocrinologi ecc.), gli psicologi e i pediatri delle Unità Satelliti.